Serie A

L’Omia saluta il suo pubblico e chiude la stagione con la sconfitta con il Pesaro

omia cisterna
omia cisterna
CISTERNA (10/4/2016, ufficio stampa) – L’Omia Cisterna non riesce a invertire la rotta ed esce sconfitta dall’ultima partita casalinga disputata nella palestra del Campus dei Licei Ramadù di Cisterna contro il Mycicero Pesaro. La sfida, giocata nel pomeriggio di domenica, ha visto il trionfo delle ragazze del Pesaro che hanno imposto un 3-0 a Elisa Muri e compagne nel match valido per la 13esima giornata del campionato di pallavolo femminile di serie A2, di fatto per il Cisterna era l’ultima partita in serie A2 di questa stagione mentre per il Pesaro, quella ottenuta in provincia di Latina, è stata l’undicesima vittoria consecutiva stagionale che le permette di chiudere al quarto posto assoluto nella classifica con 50 punti (con un borsino di 18 vittorie e 8 sconfitte) mentre dal canto suo l’Omia ha chiuso questa sua prima partecipazione alla serie A2 all’ultimo posto, ed è stato così un torneo nel quale ha pagato lo scotto del debutto e la poca esperienza di molte giocatrici. Ma non ci sono solo aspetti negativi per il Cisterna perché al termine della stagione c’è da registrare il grande progresso di molte giovani che, nel corso del torneo, sono state capaci di ritagliarsi spazi importanti e migliorare sia sotto il profilo tecnico sia psicologico. Con il Pesaro il coach William Droghei ha schierato inizialmente l’Omia con Muri in palleggio opposta in diagonale a Barboni, di banda Talamazzi e Maruotti di banda, al centro Centi e De Arcangelis con Zampedri libero, poi nel corso del match c’è stato spazio per tutte le giocatrici a sua disposizione:  Noschese, Neri e De Arcangelis. Piuttosto combattuto il primo parziale, durato mezz’ora, con l’Omia che lotta (15-16) ma nel finale di set cede (23-25) alla squadra ospite. Nel secondo le cose sono meno equilibrate e il Pesaro fa pesare la sua potenzialità (11-16) archiviando la frazione in poco più di 20 minuti con un netto 17-25. Il Cisterna non ci sta e nel terzo prova a spostare gli equilbri ma il Pesaro non cede (11-16) e in 28 minuti inchioda il risultato finale 19-25.
OMIA – MYCICERO 0-3
OMIA CISTERNA: Centi 5, Muri 1, Talamazzi 13, Bertaiola 2, Barboni 6, Maruotti 8; Zampedri (lib. 48%), Noschese, Neri 1, De Arcangelis 3. All.: Droghei.
MYCICERO PESARO: Di Marino 6, Mezzasoma 17, Arciprete 8, Mastrodicasa 13, Di Iulio 1, Liliom 5; Ghilardi (L), Bordignon 4, Gennari. N.e.: Zannini, Sestini, M’Bra, Babbi. All.: Bertini.
ARBITRI: Vecchione e Spinnicchia.
Parziali: 23-25, 17-25, 19-25
Omia Cisterna: battute sbagliate 10, battute vincenti 2, ricezione 68% (prf. 42%), attacco 31%, errori 21, muri 6.
myCicero: battute sbagliate 5, battute vincenti 1, ricezione 72% (prf. 22%), attacco 43%, errori 21, muri 7.
Nella foto Talamazzi alle prese con il muro avversario (foto di Alessandro Rogato) citare la fonte quando possibile

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén