B1 Girone C

Coveme Vip travolta dalla Battistelli

martina focaccia coveme vip

martina focaccia coveme vip

BATTISTELLI SAN GIOVANNI M. – COVEME SAN LAZZARO VIP 3-0  (25-15, 25-8, 25-21)
BATTISTELLI SGM: Tallevi 16, Spadoni 8, Saguatti 21, Battistoni 3, Montani 8, Ferretti 5, Lunghi (lib.), Boccioletti. Ne: Capponi, Ginesi, gugnali. All.Solforati
COVEME SAN LAZZARO VIP: Forni 2, Spada 2, Bussoli 5, Miola 1, Lombardi 9, Pinali 8, Galetti (lib.), Ventura, Casini, Ciccimarra. Ne: Migliori, Focaccia. All.Casadio.
Coveme: 5 bs, 2 ace, 6 muri. Battistelli: 9 bs, 7 ace, 5 muri;

SAN GIOVANNI MARIGNANO – La Battistelli travolge la Coveme Vip per 75-44. Non è una partita di basket ma ci serve per dare il senso dell’ampiezza del margine fra le due formazioni che il classico 3-0 non dà. Non c’è stata partita, dunque. Da un lato un’autentica macchina da guerra, unica squadra imbattuta della B1, dove Tallevi e Saguatti finalizzano con maestria una difesa super e dove l’entusiasmo della vittoria fortifica sempre di più, dall’altro una Coveme da nc. Non classificabile tanto è stata brutta. ‘Bisogna fare come nelle gare individuali di ginnastica – dice coach Casadio al termine – per avere il riisultato bisogna togliere il punteggio più alto e quello più basso. Bene, per la mia squadra dovremo togliere fino a qui quella con la Tuum di sette giorni fa e questa’. In effetti quella vista in campo a San Giovanni non è stata nemmeno lontana parente della squadra aggressiva e concentrata vista contro Perugia, ma è apparsa irretita dalla capolista. Ci sta perdere su un campo dove nessuno ha vinto e solo Orvieto e la defunta Riviera hanno conquistato set; insomma era un’impresa titanica riuscire a vincere, ma anche perdere in questo modo non era facile… E se un’analisi più approfondita va fatta è proprio sull’atteggiamento della squadra che va focalizzata l’attenzione. Troppo remissive sono apparse le nostre lasciando campo libero ad una squadra che è apparsa perfetta nei primi due parziali, ma che nel terzo ha dimostrato di commettere anche parecchi errori (10) quando messa un po’ sotto pressione. Nulla ha funzionato in campo Coveme, nessun fondamentale a cui aggrapparsi per provare una reazione concreta. L’analisi termina qui, unico dato positivo, l’esordio in B1 di Giulia Ciccimarra, classe 2000, utilizzata come cambio tattico da coach Casadio. Un passo nella filosofia di questa Coveme, valorizzare al massimo le giocatrici della ‘cantera’ sanlazzarese.

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén