Niente da fare per il Città Fiera Volley, il derby va all’Atomat Udine

città fiera volley

Martignacco (Udine), 22.12.2013 – Nulla da fare per Città Fiera Volley nel derby natalizio tanto atteso dalle tifoserie delle sue società e che è stato meritatamente vinto dall’Atomat Pav Udine per 0-3 (23-25, 16-25, 17-25), con la squadra della Libertas Martignacco che, rimanendo con 12 punti, scivola dall’ottavo al nono posto in classifica. Indipendentemente dal risultato è stata una grande serata di sport, con il Palazzetto di Martignacco gremito in ogni ordine di posti e con un ottimo arbitraggio.

“Ha vinto la squadra più esperta – ha commentato la Società di Martignacco – composta da atlete fisicamente dotate. L’arma vincente delle ospiti è stata il muro, con Papa e Sogni che hanno contrastato con efficacia gli attacchi di Caravello e compagne, mentre da parte di Città Fiera, l’arma in più della difesa questa volta, tranne che nel primo set, ha difettato. Va aggiunto che nell’incontro Cuttini non ha avuto la rosa al completo, con tre atlete che devono ancora recuperare completamente gli infortuni: Strekelj, ancora ferma, Onyechere e  Rrena impiegate solo per poco; anche se ciò non giustifica la sconfitta”. Cuttini ha fatto scendere in campo Scalettaris al palleggio, Cozzo e Caravello all’ala, Bordon e Mazzonetto centrali, Banello opposto e Dian libero; nell’incontro sono state brevemente impiegate anche Russo, Zampis,  Rrena e Onyechere. Le atlete allenate da Cuttini e Cumini hanno affrontato l’incontro con lo spirito e la concentrazione giusti, come dimostra l’andamento del primo set, che hanno assolutamente dominato, trovandosi avanti anche di tre punti a 19-16, e sono state poi raggiunte sul 23 pari e sconfitte per una battuta troppo lunga che ha regalato alle avversarie il set con il punteggio di 23-25.

La Città Fiera ha tanto accusato il colpo che nei successivi set non è riuscita a svolgere il proprio gioco come aveva mostrato nelle quattro vittoriose partite precedenti.  Già dall’inizio del secondo set si è notata la marcia in più dell’Atomat, che ha staccato dalle prime battute la squadra di casa: 5-8 al primo tempo tecnico, 10-16 al secondo, fino a chiudere nettamente con il punteggio di 16-25. Molto meglio l’inizio del terzo set per Caravello e compagne che reagivano controllando l’andamento del parziale: 4-4 e 8-10 i punteggi delle prime fasi, cui è seguito un cedimento contro il muro avversario fino alla conclusione per 17-25 a favore dell’Atomat.

La migliore realizzatrice della Città Fiera Libertas Martignacco è stata Cozzo, con 9 punti; seguita da Banello e Bordon con 6, Mazzonetto 4, e da Caravello e Rrena con 3 punti. L’incontro è stato l’occasione per consegnare a Monsignor Davide Larice, salutato da un’ovazione del pubblico, l’incasso della precedente partita casalinga, con la Brunopremi, per il suo Centro Solidarietà Giovani di Reana del Rojale.

CITTA’ FIERA MARTIGNACCO (UD) – ATOMAT VOLLEY UD    03 (23-25, 16-25, 17-25)                                                                            

CITTA’ FIERA MARTIGNACCO (UD): Caravello (capitano), Banello, Bordon, Cozzo, Mazzonetto,  Onyechere, Rrena, Romano, Russo, Scalettaris, Zampis, Dian (libero). All. Jacopo Cuttini e Andrea Cumini; Dirigente Erica Rosso.

 

ATOMAT VOLLEY UDINE: Papa (capitano), Ciani, De Stefano, Giuliani, Guidi, Lorenzon, Mascherini, Petejan, Sogni, Venturini, Visintini, Cardani (libero). All. Manuel Mannucci e Michele Pacorig; Dirigente Simonetta Agostinelli.

Arbitri: Deborha Decorti, di Cormòns (Gorizia); e Maurizio Ginexi, di S.Maria La Longa (Udine).

Note: durata set 30, 27, 32.