Serie A

Igor, al fianco di Stefania Sansonna il talento di Eleonora Bruno

eleonora bruno igor

eleonora bruno igorNono tassello per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che accoglie in azzurro il talento toscano Eleonora Bruno. Il libero toscano, ventuno anni compiuti da poco più di un mese e 180 cm di altezza, ha esordito in serie A2 a soli quindici anni con la casacca del Club Italia (2009-2010) ed è reduce da una stagione molto positiva (nonostante la retrocessione della squadra) con la maglia di Urbino. Per lei, in serie A1, anche un biennio con la maglia della Foppapedretti Bergamo e, con la maglia delle nazionali giovanili, un argento agli Europei prejuniores 2011 e un bronzo agli Europei juniores 2012.

Nel corso dell’ultima stagione, Eleonora Bruno si è attestata al secondo posto nella classifica individuale di ricezioni perfette per set (2.59) alle spalle di Giulia Leonardi, disputando 22 partite su 22 da titolare con la casacca del club marchigiano. Quarto posto per lei tra i liberi nella classifica generale delle ricezioni perfette (189) con un’efficienza vicina al 35%.

«L’arrivo di Eleonora – spiega il d.g. della Igor Volley, Enrico Marchioni – va nella direzione già tracciata fin qui nella costruzione della squadra, con la volontà di offrire in ogni ruolo valide alternative a Luciano Pedullà, in modo da poter gestire nel modo migliore l’impegno importante di due competizioni come Campionato e Champions League nell’arco di una stagione che si preannuncia compressa e, per questo, ancor più impegnativa per chi sarà impegnato su più fronti. Si tratta di un innesto che valutiamo importante nell’ottica di garantire una valida alternativa nel ruolo a Stefania Sansonna e, al tempo stesso, confidiamo che al fianco di una campionessa come Stefania anche Eleonora possa crescere ulteriormente». 

Con l’arrivo di Eleonora Bruno, quarto volto nuovo della Igor Volley che verrà, sale dunque a nove il numero di atlete sotto contratto per la prossima stagione mentre prosegue serrato il lavoro del club per il completamento del roster.

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén