Serie A

Igor, 3-0 casalingo per la prima storica vittoria in Champions League

igor volley novara

da agilvolley.com

 

igor volley novara

da agilvolley.com

Igor Volley Novara – Calcit Ljubljana 3-0 (25-21, 25-12, 25-19)
Igor Volley: Rousseaux 1, Bruno (L) ne, Masciullo ne, Wawrzyniak, Malesevic 5, Guiggi 4, Cruz 12, Bonifacio 6, Chirichella 2, Sansonna (L), Signorile 3, Mabilo ne, Bosio, Fabris 14. All. Pedullà.
Ljubljana: Grudina 7, Bozic, Vrhovnik 8, Iglicar 2, Forstnaric ne, Kucej 3, Kostic 9, Cecilia 4, Hribar, Jerala (L), Turk ne, Potokar 9. All. Ribic.

Bastano tre set alla Igor Volley di Luciano Pedullà per superare le campionesse di Slovenia del Calcit Ljubljana e conquistare, così, la prima, storica, vittoria nella CEV Denizbank Champions League. La formazione azzurra conquista così i suoi primi tre punti nel girone B della massima competizione europea, affiancando in graduatoria le polacche del Sopot, prossime avversarie delle azzurre il 24 novembre in Polonia, sconfitte dal Vakifbank Istanbul ieri per 3-0.

Azzurre orfane di Bosetti e Pedullà si affida a Fabris opposta a Signorile, Guiggi e Bonifacio al centro, Malesevic e Cruz in banda e Sansonna libero; ospiti in campo con Cecilia regista e l’ex Modena Kostic opposta, Kucej e Grudina al centro, Vrhovnik e Potokar in banda e Jerala libero.

Il primo set si apre con le azzurre avanti 4-2 e poi 8-5 al primo timeout tecnico con Fabris e le slovene che, caparbie, ricuciono lo strappo e sorpassano con Kostic a muro (9-10). Novara sorpassa nuovamente con Bonifacio (16-15) protagonista al centro e dopo il botta e risposta tra Fabris (18-16) e Vrhovnik (18-18), le azzurre scappano 23-20 con Ribic che ferma il gioco. Chiude poco dopo Bonifacio in primo tempo, sul 25-21.

Novara riparte forte con l’ace di Fabris (4-2) e il muro di Signorile su Potokar e al primo timeout tecnico del secondo set è già 8-5. Guiggi in battuta aumenta il gap, Malesevic (11-7) e Bonifacio (16-8) “doppiano” le avversarie mentre Pedullà inserisce Chirichella e Rousseaux, al rientro dopo l’intervento chirurgico. Il set procede senza scossoni, fino all’ace di Cruz (23-11) e al primo tempo di Bonifacio (25-12) che chiudono i giochi.

Sulle ali dell’entusiasmo, Novara riparte subito aggressiva e sul 6-2 Ribic ferma il gioco; al ritorno in campo, Ljubljana ricuce poco alla volta lo strappo fino al 10-10 di Kucej a muro. Nuovo break propiziato da Fabris (14-10) e nuova reazione delle slovene (18-16) prima del parziale decisivo propiziato da Cruz in pipe per il 21-17. Rousseaux in diagonale conquista il match ball, Signorile, con l’aiuto del nastro, trova l’ace che vale il 3-0 (25-19).

Azzurre che torneranno in palestra già domani pomeriggio, in vista dell’impegno di campionato in programma sabato sera a Cremona, con la sfida a Casalmaggiore valida per il sesto turno di serie A1.

 

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén