Interviste ItaliaVolley

Nik Aliboni: “amMassa che centrale!”

wts massa

ph. Nicolas Fanelli

Ciao Nik, grazie per aver accettato il nostro invito, si comincia subito con le domande:
massaCeretta o pelo incolto? Fortunatamente non ho un gran pelo da tenere a bada, ho iniziato quest’anno a depilarmi le gambe per il semplice motivo che dovedomi obbligatoriamente fasciare la caviglia dx, avrei rischiato di farmi la ceretta direttamente con il tape e vi assicuro che è molto doloroso.

Barba o pelle liscia? Direi barba, sono un po’ pigro nel farmela ma ogni tanto un’accorciatina ci sta.

Qual è il tuo prototipo di donna? La mia compagna di vita Alessandra Tomaino, anche lei con la passione del volley come me ( gioca in b2 girone A nelle fila del Casarza Ligure).

Oltre al volley hai altre passioni? Oltre al volley c’è il mio lavoro che mi porta via un sacco di tempo e di energie, ma la passione più bella è vivere con la mia famiglia: la mia compagna Alessandra e mio figlio Leonardo.

Se potessi andare a cena con un personaggio famoso, con chi andresti? Andrei a cena con il premier di turno, ora Matteo Renzi, per spiegare a lui e al suo ” staff” come si salva veramente l’Italia.

Qual’è il tuo cantante preferito? I miei preferiti i Linkin Park.

Alcune domande sul passato:


A quanti anni hai cominciato a giocare a pallavolo?  Ho cominciato a 14 anni perchè la pediatra mi ha sempre consigliato di praticare uno sport e siccome tutti i ragazzini della mia età optavano per il calcio io ho voluto fare il bastian contrario.

massa

ph. Nicolas Fanelli

Ricordi il nome del tuo primo allenatore? Si, Giacomo Cucurnia, ho iniziato i primi passi nel volley con lui, poi mi ha allenato anche qualche anno più tardi quando era alla guida del L.U.N.I.C.A Aulla VOlley in B1 nell’annata 2003/ 2004.

Qual è l’allenatore che più ha influito sulla tua crescita sportiva? Nelle giovanili sono stato fortunato ad avere come guida tecnica e preparatore atletico il prof. Borzoni che nella mia città rappresenta il guru della pallavolo ma ho avuto una grande crescita nei due anni tra il 99/01 passati in A2 nella fila del Tomei Livorno allenato da Roberto Montagnani.

A quanti anni l’esordio nella categoria nazionale? Ho esordito nel campionato nazionale di B2 nel 1997 con la maglia della pallavolo Massa. Avevo 17 anni ed ero ovviamente in più giovane.

Qual è il giocatore più forte contro cui hai giocato? Ti dico il giocatore più forte con cui ho giocato : Leonall Marshall potenza allo stato puro, una forza della natura.

C’è una partita che vorresti dimenticare? Purtroppo ce ne sono tante ma una su tutte la gara casalinga dello scorso anno proprio contro Parma, la nostra prossima avversaria. Ci stavamo giocando le ultime chances per la salvezza, il nervosismo era alle stelle e purtroppo all’ennisimo errore arbitrale ho protestato con troppo vigore, e sono stato espulso lasciando i miei compagni in una situazione difficile, quando invece il capitano dovrebbe infondere calma e tranquillità a tutta la squadra. Ovviamente sconfitti 3 a 0.

C’è un “muro” che è rimasto impresso nella tua mente? Forno -Livorno, gara di A2 del 1999, il mister mi mette in campo al posto del nostro palleggiatore Andrea Masini, per alzare il muro sul punteggio del 24-22 per noi ma sotto 2-1 nel parziale dei set. Di fronte Oscar Vizzarri, sceso di categoria dopo anni trascorsi in A1, riesco a murarlo e a portare il match al tie break.

Ed ora domande sul presente:


massaQual è il giocatore più permaloso della squadra? Non me ne voglia, sa benissimo che gli voglio un gran bene, ma quello un po’ più permaloso secondo me è il nostro liberone “Alino “, a volte sopratutto quando non gli riescono le cose, meglio non dargli consigli.

Chi è il più ammirato dalle donne e perchè? Credo Giacomo FAcchini, così dicono i miei compagni che dopo le partite fanno serata insieme a lui.

Quale pensi che sia il punto di forza della tua squadra? Di sicuro l’esperienza dei giocatori che hanno militato in campionati di B1 e A2 come Fabio Muzio, Giulio Silva, Tommaso Lazzeroni, Savino Di Noia, Eugenio Amore e Mario Bergantino che l’anno scorso ha vinto la B2 con Ferrara.

L’allenatore ha sempre ragione??? Ni, mi spiego. Ha ragione lui ma mi piace quel tipo di allenatore che si rapporta e confronta con i suoi giocatori in maniera costruttiva perchè credo che i consigli sono sempre ben accetti.

aliboniCi troviamo a metà stagione, qual’è stata la squadra rivelazione del tuo girone? Io dico Spezia, attualmente quarta forza del campionato. Con un paio di innesti e l’allenatore nuovo sta facnedo un ottimo campionato e punta decisamente ad un posto per i play off.

C’è una compagine che reputi possa mettervi in difficoltà? Risposta facile. Ovviamente Fanton Modena, la attuale prima della classe ma anche Novi e la già citata Spezia sono compagini di grande rispetto.

La prossima partita è contro il Parma: fai un commento pre gara. Parma è una buonissima squadra formata da un gruppo che gioca insieme da tanto. Quest’anno ha messo in difficoltà un po’ tutti e per un lungo periodo di tempo si è affacciata pure in zona play off. una partita importante per noi e una vittoria da 3 punti ci consentirebbe di rimanere agganciati a Modena in attesa poi dei due big match che ci attendono , prima contro Spezia e poi con Modena stessa.

Saluta i nostri lettori nel tuo dialetto! O ta! A ve salute, ciao Fanti

Ciao ed in bocca al lupo dalla redazione di Italia Volley! Crepi il lupo e grazie. Nik

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén